Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

 

Brevi note sulla semplificazione

di - 18 Novembre 2012
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

C) Da quanto precede, sul piano procedurale si possono disegnare i seguenti passaggi:
– innanzitutto, bisogna prendere le mosse dall’interesse capofila. L’amministrazione investita della sua cura deve essere il punto di riferimento per la gestione del procedimento, acquisendo tutti i pareri, i consensi, i n.o. necessari. In essa insomma si deve concentrare il coordinamento di tutte le competenze collaterali. Se si ragiona in termini cartacei, questo sembra impossibile. Ma se la digitalizzazione si attua, si tratta semplicemente di un controllo che computer debitamente attrezzati possono fare in un attimo;
– la conferenza di servizi deve diventare lo strumento ordinario di azione dell’amministrazione capofila. È ragionevole pensare che la normativa in vigore meriti di essere alleggerita;
– l’amministrazione capofila dovrà naturalmente essere responsabile della pubblicità e quindi del contraddittorio con possibili controinteressati;
– la conferenza di servizi sarà anche la sede per affrontare temi non risolvibili sul piano puramente tecnico.
– per consentire il rapido svolgimento di questo compito di coordinamento è necessario predisporre una modulistica digitale generale nella quale siano inseriti tutti i parametri ed i riferimenti necessari per progettare l’intervento.

Pagine: 1 2 3


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Via Arenula, 29 – 00186 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy