Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

 

Su Alessandro Giuliani

di - 4 giugno 2010
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

Alessandro Giuliani nacque a Lecce il 20 settembre 1925.
Laureato in Giurisprudenza nell’Università di Pavia, collaborò dapprima con Bruno Leoni ma dal 1959, per contrasti, il rapporto con il noto studioso di scienza politica si interruppe.
Studiò in Spagna e in Scozia, presso l’Università di Aberdeen, dove consolidò il rapporto di amicizia con Peter Stein.
Insegnò nelle Università di Pavia (Storia delle dottrine economiche, Diritto comune, Storia del diritto italiano, Filosofia del diritto), Perugia (Filosofia del diritto) e Roma “La Sapienza” (chiamato nel 1973 alla cattedra di Filosofia del diritto, dopo tre anni preferì tornare all’Ateneo perugino, dove fu Preside della Facoltà di Giurisprudenza nel triennio 1976-79).
Giuliani è stato in contatto con moltissimi studiosi italiani e stranieri, ma particolarmente intensi e fruttuosi sono stati i sodalizi intellettuali con Riccardo Orestano, Chaïm Perelman, Michel Villey e con  Nicola Picardi, suo collega per molti anni a Perugia.
Morì a Perugia il 4 ottobre 1997 (Per più ampie indicazioni sulla biografia intellettuale di Alessandro Giuliani v. N. PICARDI, Alessandro Giuliani: in memoriam. L’uomo, il cittadino, il maestro, in F. TREGGIARI (a cura di) Per Alessandro Giuliani, Perugia, Centro stampa dell’Università, 1999, pp. 115 ss.; A. A. CERVATI, Alessandro Giuliani, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 56, Roma, Istituto dell’Enciclopedia italiana, 2001, pp. 716 ss.).
La lezione di Alessandro Giuliani apre la riflessione del giurista ad una varietà di influenze che provengono dal panorama assiologico e dalla pluralità degli interessi presenti nella società; ma quest’apertura non ha perso i contatti con la tradizione bimillenaria di elaborazione concettuale dei giuristi e, invece che prestarle formale ossequio, valorizza l’esercizio della memoria, la riflessione sulla dialettica fra tendenze al mutamento e tendenze alla stabilizzazione dei principi del diritto.
Il convegno di Perugia del quindici e sedici giugno prossimi si propone di tornare a meditare su questa lezione di un Maestro del diritto, di avviare una ripresa dei temi e delle linee di ricerca del filosofo e giurista leccese, secondo prospettive e sensibilità disciplinari diverse ma orientate da una ricerca spassionata e coraggiosa.
Si tratta di una via impervia, che viene tracciata in controtendenza rispetto agli orientamenti prevalenti degli studi giuridici e dell’educazione giuridica: come lo stesso Giuliani aveva scritto, riferendosi al confronto fra il sistema continentale delle prove legali e quello anglosassone fondato sulla testimonianza, se il primo “suppone…dei buoni tecnici del diritto…[il secondo] suppone una educazione giuridica filosoficamente orientata ed impegnata, perché l’arte di conoscere attraverso testimonianze è l’arte di conoscere gli uomini” (A. GIULIANI, Testimonianza e documento, in Bollettino Rotary International, Perugia, Benucci, 1973, p. 10).

Evento collegato:


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy