Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

 

United Nations Forum on Forests (UNFF), sessione 20 aprile – 1 maggio 2009

di - 18 aprile 2009
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

Il prossimo 20 aprile prenderà avvio una importante sessione del UNITED NATIONS FORUM ON FORESTS (UNFF). Particolare interesse riveste la presentazione ufficiale di un nuovo Report (“Adaptation of Forests and People to Climate Change – A Global Assessment Report”) predisposto da numerosi scienziati sotto il coordinamento della International Union of Forest Research Organizations (IUFRO), centro di eccellenza specializzato nelle discipline connesse alle ricerche sulle foreste. Il nuovo Report contiene un serio allarme sul rischio, per il sistema mondiale delle foreste, di gravi conseguenze negative derivanti dal Global Warming. Tale allarme può essere sintetizzato come segue: se la temperatura del pianeta salirà di 2,5 gradi le foreste non saranno più un importante sistema di riduzione delle emissioni di CO2 ma diverranno loro stesse una rilevante fonte netta di emissioni di anidride carbonica con una conseguente forte accelerazione dei fenomeni di Global Warming. Si legge nel Report: “Several projections indicate significant risks that current carbon regulating services will be entirely lost“. Il Prof. Risto Seppala (del Finnish Forest Research Institute – Metla) coordinatore del Panel di Esperti che ha predisposto il Global Assessment Report ha dichiarato: “in fact over the next few decades, damage induced by climate change could cause forests to release huge quantities of carbon and create a situation in which they do more to accelerate warming than to slow it down“.

I commentatori più avvertiti hanno immediatamente colto la rilevanza del warning lanciato dalla IUFRO soprattutto in considerazione della fondamentale importanza del ruolo attuale delle foreste come pozzi (sinks) per l’assorbimento dell’anidride carbonica e quindi come determinanti mezzi di contrasto nei confronti del degrado ambientale provocato dagli eccessi di emissioni di CO2. Tale rilevanza assume poi una valenza di forte spessore strategico i) in vista della prossima Conferenza Internazionale sui Cambiamenti Climatici che si terrà a Copenhagen nel dicembre 2009 e ii) in considerazione delle decisioni concernenti le foreste sinora adottate a livello internazionale che sono state essenzialmente focalizzate sulle tematiche della deforestazione. In realtà il rischio è ancora maggiore perché, come accennato, si stanno creando i presupposti per un rischio (diverso ed aggiuntivo) di perdita del ruolo delle foreste come storage delle emissioni di CO2. A tale riguardo nei comunicati stampa IUFRO che annunciano la pubblicazione del nuovo Global Assessment Report si legge: “Scientists hope the new assessment will inform international climate change negotiations, set to resume in December in Copenhagen, where forest-related deliberations thus far have focused mainly on carbon emissions from deforestation. The analysis shows that officials also must consider how the world’s forests are likely to suffer – and perhaps severely – as the earth gets warmer.

While deforestation is responsible for about 20 percent of greenhouse gases, overall, forests currently absorb more carbon than they emit. The trees and soils of the world’s forests are capturing and storing more than a quarter of the world’s carbon emissions. The problem, scientists say, is that this critical carbon-regulation service could be lost entirely if the earth heats up 2.5 degrees Celsius (4.5 degrees Fahrenheit) or more relative to pre-industrial levels, which is expected to occur if emissions are not substantially reduced.

The study notes that the higher temperatures – along with the prolonged droughts, more intense pest invasions, and other environmental stresses that could accompany climate change – would lead to considerable forest destruction and degradation. This could create a dangerous feedback loop in which damage to forests from climate change significantly increases global carbon emissions which then exacerbate the greenhouse effect“.

Come si è detto il documento “Adaptation of Forests and People to Climate Change – A Global Assessment Report” sarà presentato alla prossima sessione del UNITED NATIONS FORUM ON FORESTS (UNFF). Al termine della sessione ApertaContrada renderà disponibile un breve documento di analisi.


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy