Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

GasCons. Stato, sez. V, 23 gennaio 2019, n. 578

di Redazione di ApertaContrada - 15 Aprile 2019
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

Il Consiglio di Stato, con sentenza n. 578/2019, dopo aver enucleato la nozione comunitaria dei “servizi di interesse generale”, ha stabilito che anche l’attività di vendita del gas (e non solo quella di distribuzione), svolta da una società a partecipazione pubblica che eroga servizi di interesse economico generale, va considerata come tale. Invero, nonostante l’attività di vendita sia rivolta al conseguimento di lucro, è necessario distinguere sempre tra lo scopo della società (che è quello proprio di conseguire un vantaggio economico) e lo scopo del soggetto pubblico che detiene le partecipazioni della società, il quale persegue interessi a favore della collettività. Ne deriva che quest’ultimo soggetto può rendere le condizioni di accessibilità di un servizio anche a condizioni che il privato giudicherebbe non vantaggiose.

https://www.giustizia-amministrativa.it/portale/pages/istituzionale/visualizza/?nodeRef=&schema=cds&nrg=201805676&nomeFile=201900578_11.html&subDir=Provvedimenti


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy