Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

Energie rinnovabiliCorrettivo Certificati bianchi e Fer1: il Mise ha richiesto al MATTM la concertazione preliminare sullo schema dei due nuovi decreti.

di Osservatorio Energia - 11 Luglio 2018
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

Con nota del 2 marzo u.s., il MISE ha ufficializzato la richiesta di concertazione preliminare al Ministero dell’Ambiente sullo schema di decreto correttivo al nuovo DM certificati bianchi e sullo schema di decreto c.d. Fer1.
Nella medesima nota il Ministero ha reso noti gli obiettivi dei due decreti in cantiere.

In particolare, l’obiettivo del correttivo al decreto Certificati Bianchi sarà quello di “favorire una maggiore offerta di Certificati sulle piattaforme di scambio, introducendo in particolare una revisione della metodologia di valutazione dei progetti alla luce degli indirizzi contenuti nella proposta di revisione della direttiva sull’efficienza energetica e l’arricchimento delle tipologie di progetti ammissibili. Sono anche previsti strumenti volti a favorire un riequilibrio del mercato, anche con un ruolo di compensazione attribuito al GSE, e interventi di completamento dell’attuale regolamentazione, tra cui in particolare l’individuazione del valore massimo per il contributo tariffario. Sono previste, inoltre, disposizioni per favorire una maggiore semplificazione e trasparenza del meccanismo”.

Il decreto per l’incentivazione delle rinnovabili elettriche regolerà, invece, l’incentivazione delle rinnovabili elettriche più vicine alla competitività per il triennio 2018-20, con l’obiettivo “di massimizzare la quantità di energia rinnovabile prodotta, facendo leva proprio sulla maggiore competitività di tali fonti”.

La nota è disponibile alla pagina http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/per-i-media/comunicati-stampa/2037831-firmati-decreti-su-uso-biometano-e-agevolazioni-imprese-gasivore


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy