Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

Energia elettricaAEEGSI, Delibera 5 maggio 2016, 209/2016/E/com

di Redazione di ApertaContrada - 10 Agosto 2016
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

L’Autorità ha approvato il Testo Integrato Conciliazione – TICO con il quale, in attuazione di quanto disposto dalla legge istitutiva della stessa Autorità e dal Codice del consumo, introduce una disciplina organica delle procedure di risoluzione extragiudiziale delle controversie, riformando l’attuale regime che permette di scegliere tra il Servizio Conciliazione e i reclami di secondo livello allo Sportello per il consumatore.

A partire dall’1 gennaio 2017, i clienti di energia elettrica e gas, domestici e non, inclusi i prosumer (cioè coloro che sono al contempo produttori e consumatori di energia elettrica), potranno quindi ricorrere esclusivamente alla conciliazione per risolvere le controversie con gli operatori, nonché, limitatamente ai prosumer, anche con il GSE, in merito al ritiro dedicato e lo scambio sul posto.

Il tentativo di conciliazione diventa, pertanto, il principale luogo di risoluzione delle problematiche tra le parti, nonché condizione indispensabile per poi eventualmente, in caso di insuccesso, procedere all’azione giudiziale.

Il tentativo di conciliazione obbligatorio, che dovrà concludersi entro 90 giorni, si svolgerà, a titolo gratuito per il cliente, presso il Servizio Conciliazione dell’Autorità, adeguatamente potenziato, ma in alternativa potrà essere svolto anche presso altri organismi previsti dal TICO, incluse le conciliazioni paritetiche delle Associazioni dei consumatori iscritte nell’elenco degli organismi ADR dell’Autorità o presso le Camere di commercio.

http://www.autorita.energia.it/allegati/docs/16/209-16.pdf

http://www.autorita.energia.it/allegati/docs/16/209-16all.pdf


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy