Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

Energia elettricaCorte di giustizia dell’Unione europea, sez. IV , sentenza 23 ottobre 2014, cause riunite C‑359/11 e C‑400/11

di Osservatorio Energia - 19 Dicembre 2014
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

Rispondendo alle questioni pregiudiziali sollevate dalla Corte federale tedesca, la Corte di giustizia dell’Unione europea ha dichiarato che la direttiva 2003/54/CE (energia elettrica) e la direttiva 2003/55 (gas) non ammettono la normativa tedesca oggetto della controversia. Infatti, questa stabilisce il contenuto dei contratti di fornitura dell’energia elettrica e del gas conclusi con i consumatori nell’ambito dell’obbligo generale di approvvigionamento, consentendo ai fornitori di modificare la tariffa della fornitura, senza che i consumatori siano informati in tempo utile circa i motivi, le condizioni e la portata della stessa modifica.

Inoltre, il giudice europeo ha ribadito che le due direttive europee obbligano gli Stati membri a garantire un elevato livello di tutela dei consumatori, in particolar modo per quanto riguarda la trasparenza delle condizioni generali di contratto.

http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/HTML/?uri=CELEX:62011CJ0359&qid=1415033221748&from=IT


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy