Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

Energie rinnovabiliConsiglio di Stato, Sez. V, sentenza 15 luglio 2013, n. 3800

di Osservatorio Energia - 26 luglio 2013
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

Il Consiglio di Stato rigetta l’appello proposto da una Società titolare di impianto eolico avverso la sentenza del TAR che, pur annullando il diniego di AU emanato dalla Regione nel confronti della richiesta di ampliamento del proprio impianto, statuisce che lo stesso non possa reputarsi esentato da una preventiva autorizzazione paesaggistica.

L’appellante sostiene che la citata autorizzazione non sia necessaria, in quanto, ai sensi dell’art. 12 del d.lgs. 387/2003, l’opera sarebbe dichiarata indifferibile e urgente ex lege, potendo dunque “bypassare” le prescritte autorizzazioni regionali.

Non dello stesso avviso il Consiglio di Stato, secondo il quale le finalità di semplificazione procedimentale sottese alle norme di legge e regolamentari di pianificazione devono essere comunque coordinate con le ulteriori finalità di “rispetto delle normative vigenti in materia di tutela dell’ambiente, di tutela del paesaggio e del patrimonio storico-artistico” espressamente richiamate dallo stesso art. 12, comma 3. Pacifica giurisprudenza del Consiglio di Stato richiama, del resto, le norme statali (C.d.S., Sez. V, 6 febbraio 2009, n. 697), ed esprime la necessità del provvedimento di compatibilità paesaggistica da parte della Regione in caso di rilevanti modifiche del paesaggio/territorio, compatibilità che deve essere evidentemente appurata con il  relativo procedimento.

http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Consiglio%20di%20Stato/Sezione%205/2011/201110554/Provvedimenti/201303800_11.XML


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy