Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

 

E’ tempo di dazi…..

di - 21 settembre 2018
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

“Con amici come lui, chi ha bisogno di nemici?” si è lasciato sfuggire il Presidente del Consiglio Europeo Tusk con riferimento a Trump lo scorso giugno. Mettiamo in fila le decisioni prese dal suo arrivo al potere il 20 gennaio 2017: ritiro dall’accordo di Parigi COP 21, ritiro dall’UNESCO, ritiro dal negoziato OIM sul Global Compact on Migrations che dovrebbe approdare ad un accordo alla Conferenza Internazionale di dicembre, ritiro dal Consiglio Diritti Umani, ritiro dall’accordo sul nucleare iraniano JCPOA, ritiro da negoziati TTP e TPIT, raffica di misure restrittive del commercio internazionale distribuite a pioggia o prospettate in nome del principio America First. Nessuno ha fotografato la situazione meglio di Christine Lagarde, la vestale del sistema economico multilaterale, che in aprile ad Hong Kong ha candidamente parlato del “fallimento collettivo” che un ribaltamento delle regole che sorreggono il commercio internazionale comporterebbe.

Scarica il contributo completo


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy