Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

Energie rinnovabiliT.A.R. Campania Napoli, Sez. VII, 5 febbraio 2018, n. 748

di Osservatorio Energia - 17 Aprile 2018
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

Con la sentenza in epigrafe, il Collegio campano, richiamando l’orientamento giurisprudenziale in tema di ambito di applicazione dell’autorizzazione unica di cui all’art. 12 del d.lgs. n. 387/2003, ha statuito che per la realizzazione degli impianti c.d. minieolici è applicabile la procedura di autorizzazione semplificata prevista dall’art. 6 del d.lgs. n. 28/2011 e non anche la disciplina dettata dall’art. 12 del d.lgs. n. 387/2003 e dalle Linee-guida che ne costituiscono l’applicazione. Secondo il giudice di prima cure, infatti, l’art. 6 del d.lgs. n. 28/2011, considerata la formulazione di tipo esaustivo e sostitutivo con la quale disciplina il procedimento semplificato per la realizzazione degli impianti c.d. minieolici rispetto alle previsioni dettate dall’art. 12 del d.lgs. n. 387/2003, sembra, dunque, dettare un regime autonomo che non richiama l’applicazione delle Linee-guida ministeriali. Del resto, precisa il TAR, “le disposizioni delle Linee-guida si applicano al solo procedimento di autorizzazione unica, in applicazione di un evidente criterio di proporzionalità, peraltro espressamente richiamato dall’art. 4, comma 1 del D.Lgs. n. 28/2011 che codifica i ‘principi’ di disciplina delle autorizzazioni e procedure amministrative”.


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy