Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

 

La guerra dei dazi: e se Trump avesse ragione?

di - 23 Marzo 2018
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

Le riflessioni che seguono dell’Ambasciatore Roberto Nigido concludono il “dittico” delle Lettere dedicate alla decisione del Presidente Trump relativa all’imposizione di dazi sulle importazioni negli Stati Uniti di acciaio ed alluminio. Esse completano e complementano quelle dell’Ambasciatore Giuseppe Jacoangeli. Vi aggiungono in particolare la considerazione di risvolti specifici della vicenda che contribuiscono a meglio inquadrarla nel gioco contrapposto dei comportamenti e delle pratiche di alcuni dei suoi principali protagonisti. Ma la direzione è la stessa: l’auspicio che si torni ad un sistema di regolamentazione condivisa del commercio internazionale fondata sulla mediazione degli interessi in gioco che contribuisca all’equilibrio complessivo del sistema, mettendo mano anche ai fattori ed alle situazioni che oggi lo alterano da una parte e dall’altra. Il problema si conferma quindi quello di scegliere fra un metodo di condotta delle relazioni internazionali fondato sul confronto – anche serrato – nella prospettiva di giungere a soluzioni condivise e il ritorno all’approccio unilaterale prevalente nel periodo fra le due guerre mondiali del secolo scorso, con tutte le conseguenze che potrebbero derivarne e che ne sono già derivate in passato…

Scarica il contributo completo


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy