Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

RifiutiCorte di Cassazione Penale, Sezione I, sentenza 18 dicembre 2015, n. 49985

di Redazione di ApertaContrada - 26 Gennaio 2016
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

Secondo la suprema Corte i fanghi derivanti da lavaggio di inerti di cava avrebbero la natura di rifiuti una volta che, usciti dal ciclo produttivo originario, siano sottoposti a nuovi processi lavorativi (nel caso di specie, aggiunta di reagenti chimici per una più rapida chiarificazione delle acque di lavaggio). Una volta confermata tale natura, l’imputato è stato condannato ex art. 256 D.Lgs. 152/2006 per deposito incontrollato di rifiuti.


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy