Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

Energie rinnovabiliCorte di Cassazione, sentenza 8 luglio 2015, n. 29085

di Osservatorio Energia - 2 Ottobre 2015
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

La Corte conferma il sequestro di un impianto fotovoltaico costruito su un’area di notevole interesse pubblico senza autorizzazione, in violazione degli artt. 44, D.P.R. 380/2001 e 181, D.lgs. 42/2004.

A questo proposito, la Corte precisa che l’autorizzazione di cui all’art. 12, D.lgs. 387/2003 autorizza non solo la costruzione ma anche l’esercizio dell’impianto, legittimando un costante monitoraggio da parte dell’Amministrazione anche nella fase post costruzione.

Pertanto, anche dopo che è stato ultimato, l’impianto non autorizzato continua a produrre la lesione del bene giuridico protetto che la legge individua nell’interesse dell’Autorità competente alla permanente vigilanza anche sull’esercizio dell’impianto, aggravando o protraendo le conseguenze negative del reato.


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy