Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

 

Fondamenti liberali ed etica dell’ambiente

di - 17 Aprile 2009
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

Nella sua opera (“Respect For Nature”[12]) si legge: “The beliefs that form the core of the biocentric outlook are four in number:
a) The belief that humans are members of the Earth’s Community of Life in the same sense and on the same terms in which other living things are members of that Community.
b) The belief that the human species, along with all other species, are integral elements in a system of interdependence such that the survival of each living thing, as well as its chances of faring well or poorly, is determined not only by the physical conditions of its environment but also by its relations to other living things.
c) The belief that all organisms are teleological centers of life in the sense that each is a unique individual pursuing its own good in its own way.
d) The belief that humans are not inherently superior to other living things.”
Va poi ricordata la Deep Ecology, l’ecologia profonda che ha avuto tra i principali protagonisti il filosofo norvegese Arne Naess. Secondo la Deep Ecology tutti gli esseri viventi vanno considerati fini in sé e, quindi, tutti gli organismi sono uguali nel loro valore intrinseco. Naess ha scritto: “il benessere e la prosperità della vita umana e non umana sulla Terra hanno valore in sé”[13]. L’ecologia profonda ha, in sostanza, sottolineato la inadeguatezza di una visione che vede l’uomo come essere separato dalla natura con un approccio di superiorità e di predominio sulla realtà naturale ed ha insistito nel proporre un modello di totalità biosferica in cui tutti gli enti (organici e inorganici) costituiscono un sistema unitario: in tale contesto l’individuo può realizzarsi pienamente solo in un quadro di armonia con tale sistema unico.
I brevi cenni sopra formulati con riferimento ad alcuni fondamenti del pensiero liberale e della filosofia ambientale rendono evidente l’intrecciarsi nel tempo delle tematiche connesse alla tutela dell’individuo con le sempre maggiori esigenze di tutela del sistema ambientale nel suo complesso. L’ambiente è, in realtà, la base sostanziale per assicurare nel tempo opportunità di vita agli individui: consentire il riprodursi in futuro dell’offerta di tali chances costituisce un elemento essenziale del quadro complessivo delle tutele individuali. In realtà le teorie liberali basate sulle chances di vita individuali evolvono progressivamente verso un “arricchimento” attraverso la ” incorporazione” graduale delle esigenze di tutela della natura con un “merger” (oggettivo, che non sembra consentire percorsi alternativi) tra il sistema delle tutele individuali e il sistema delle tutele ambientali.

Note

12.  Paul W. Taylor, Respect For Nature – A Theory of Environmental Ethics, Princenton University Press

13.  A. Naess, The Deep Ecological Movement: Some Philosophical Aspects – in “Philosophical Inquiry”, 8, 1986

Pagine: 1 2 3


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Via Arenula, 29 – 00186 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy