Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

 

Le criticità ambientali come questione istituzionale

di - 1 Dicembre 2008
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

Con l’avvio della conferenza di Poznan[5] ha avuto inizio un cammino decisivo per le sorti del Sistema-Pianeta.
Sarà un percorso istituzionale e diplomatico complesso e difficile che andrà seguito con la massima attenzione perché i suoi risultati avranno impatto sulla stabilità del sistema produttivo, sulla sua riproducibilità nel tempo, sulla tutela degli individui e sul mantenimento/miglioramento delle chanches di vita e delle libertà individuali che costituiscono uno dei fondamenti delle nostre società aperte.
E’ altamente auspicabile che tale percorso possa condurre – ai vari livelli della comunità internazionale – ad una produzione nel tempo di normative coerenti, efficaci e vincolanti volte a dare risposte globali alle gravi e complesse problematiche dell’ambiente.
Seguiremo questi eventi cercando di fornire ai nostri lettori elementi informativi, di riflessione e di sintesi nella consapevolezza della rilevanza cruciale delle problematiche connesse alle criticità ambientali e ricordando costantemente a noi stessi l’importanza degli spazi di libertà da assicurare in via di principio a ciascun individuo perché possa esprimersi in tutte le sue potenzialità e quindi anche in ambito lavorativo e produttivo.

Note

5. Sui risultati della conferenza di Poznan, che terminerà il prossimo 12 Dicembre 2008, sarà pubblicato su ApertaContrada uno specifico articolo di analisi e valutazioni.

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy