Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

 

Le criticità ambientali come questione istituzionale

di - 1 Dicembre 2008
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

La seconda considerazione si fonda sul convincimento che la battaglia contro le conseguenze negative del “Global Warming” si combatte anche sul fronte teorico-istituzionale. In realtà, alla luce di tali fenomeni ambientali, possiamo intravedere pericoli per i fondamenti del “Rule of Law”, dello Stato di Diritto. Infatti:

– i diritti individuali e del cittadino costituiscono uno dei cardini dello Stato di Diritto;

– ciò è ancora più valido nell’ambito del contemporaneo Stato Costituzionale di Diritto;

– “life, liberty, the pursuit of happiness”  sono i fondamenti  – così cari a Thomas Jefferson –  delle nostre società aperte ;

– il diritto alla libertà, alla vita, al lavoro, alla libertà di impresa sono le espressioni più alte dello Stato Costituzionale di Diritto europeo (ne è esemplare testimonianza  la Carta dei  Diritti Fondamentali dell’Unione Europea);

– la possibilità – in assenza di risposte adeguate al “Global Warming” – di vanificazione e svuotamento sostanziale dei suddetti diritti individuali pone gravi problemi di disequilibrio nell’ambito della articolata struttura dello Stato Costituzionale di Diritto;

– è necessario far convergere la tutela degli individui e le tutele del Sistema-Pianeta in un quadro di sempre maggiore consapevolezza culturale e istituzionale della profonda interrelazione e complementarietà delle due sfere di protezione giuridica, e ciò ai fini, in particolare, di un rinnovato equilibrio nell’ambito dello Stato Costituzionale di Diritto contemporaneo;

– è necessario proseguire l’analisi giuridica delle evoluzioni  di contesto che seguiranno ai grandi appuntamenti internazionali che ci attendono con riferimento ai cambiamenti climatici per verificare la possibilità di costruire nel tempo – in un quadro di auspicate risposte globali e cogenti alle criticità ambientali – un nuovo Stato Internazionale di Diritto, figura già presente nel dibattito dottrinario che andrà arricchita anche attraverso il formarsi graduale di una organica convergenza tra tutele dell’individuo e tutele globali del Sistema- Pianeta.

Ricordando la lezione di Spinoza possiamo, in conclusione, affermare che – al fine di porre in essere tutte le necessarie difese dei fondamenti dello Stato di Diritto  e delle libertà individuali – dobbiamo considerare, nel nostro pensare e nel nostro agire, la “natura naturata” come sostanza perché essa è effettivamente base e sostanza per l’individuo, per la difesa dei suoi diritti inalienabili, per la tutela delle sue chances di vita.

* * *

Gli interventi che saranno pubblicati su ApertaContrada in merito alle criticità ambientali forniranno aggiornamenti sulla situazione complessiva, sui percorsi istituzionali che si concretizzeranno a livello internazionale, sul dibattito. Particolare attenzione verrà rivolta alle analisi, alle riflessioni e alle proposte volte a migliorare la capacità di risposta istituzionale sotto il profilo della tutela complessiva del Sistema-Pianeta, del sistema produttivo, dell’individuo. Si seguirà un approccio metodologico di verifica continua degli elementi evolutivi che a mano a mano emergeranno. La complessità delle problematiche impone un processo di analisi e di proposta per approssimazioni successive, sottoposte a continui momenti di aggiornamento e riesame.

* * *

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy