Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

RifiutiConsiglio di Stato, sez. V, sentenza 11 febbraio 2014, n. 663

di Osservatorio Energia - 17 marzo 2014
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

Un Consorzio intercomunale aveva affidato con gara la gestione del servizio di igiene urbana nei Comuni consorziati ad un soggetto. Il Consorzio ha poi esteso tale affidamento alla gestione del servizio in un ulteriore Comune, che aveva aderito solo successivamente al Consorzio. Il Consiglio di Stato ha ritenuto illegittima tale estensione, sottolineando che la giurisprudenza europea non offre alcuna copertura a un siffatto affidamento per il mero fatto del suo ricollegarsi ad una forma di cooperazione tra enti pubblici. Secondo il Consiglio di Stato, infatti, la gara a suo tempo svolta può sorreggere l’affidamento del servizio al suo vincitore solo entro l’ambito del bacino territoriale inizialmente delimitato dalla lex specialis, mentre ogni affidamento all’esterno di tale area integra un affidamento nuovo, la cui legittimità richiede di essere autonomamente valutata.

http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Consiglio%20di%20Stato/Sezione%205/2013/201302899/Provvedimenti/201400663_11.XML

RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy