Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

Energie rinnovabiliCorte di Giustizia, conclusioni avvocato generale 8 maggio 2013

di Osservatorio Energia - 13 maggio 2013
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

Nell’ambito di una domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Rechtbank van eerste aanleg te Brussel (Belgio), l’avvocato generale Yves Bot ritiene incompatibile con il diritto dell’Unione europea parte della normativa belga che promuove la produzione di elettricità da fonti energetiche rinnovabili. In particolare, la normativa in questione (decreto del Governo fiammingo 5 marzo 2004) prevede la concessione di certificati verdi ai produttori di elettricità verde di una determinata regione ed obbliga i distributori a presentare ogni anno uno certo numero di certificati verdi, vietandogli di utilizzare le garanzie di origine rilasciate in un altro Stato membro dell’Unione o del SEE. L’avvocato generale ritiene che tale normativa “… ostacola, in modo discriminatorio, il commercio tra gli Stati membri, senza essere giustificata da esigenze imperative di protezione dell’ambiente” (para. 115) ed è pertanto incompatibile con l’art. 28 TFUE e con l’art. 11 dell’accordo SEE (accordo sullo spazio economico europeo). Si attende ora il giudizio della Corte.

http://eurlex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=CELEX:62012CC0204:IT:HTML


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy