Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

Energie rinnovabiliAgenzia delle Entrate, risoluzione 4 aprile 2012, n. 32/E, IVA ed immissione in rete di energia da parte di più impianti di unico ente pubblico ma in sedi diverse

di Osservatorio Energia - 4 aprile 2012
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

L’Agenzia delle Entrate, rispondendo al quesito di un Comune soggetto responsabile di più impianti fotovoltaici sotto i 20 kW di potenza in regime di “scambio sul posto” e collocati in sedi diverse, ha chiarito che l’immissione in rete di energia da più impianti fotovoltaici di un unico Ente pubblico, collocati in sedi diverse, non è operazione commerciale e non è soggetta ad Iva.

In questo caso, infatti, non ci si trova di fronte ad attività commerciale anche se gli impianti, situati in diversi edifici ed ognuno al servizio di una sede, complessivamente superano il limite dei 20 kW. Se i suddetti impianti, presi singolarmente, rimangono sotto la soglia dei 20 kW, si vedranno applicare le agevolazioni previste per gli impianti fino a 20 kW – considerati non “industriali”. Non dovranno dunque emettere fattura al GSE né verrà applicata l’Iva al contributo in conto scambio.

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/1c57fd804ac33632b6febf4348044b51/RIS+32e+del+04+04+12.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=1c57fd804ac33632b6febf4348044b51


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy