Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

Energie rinnovabiliTAR Sicilia, Palermo, sez. II, sentenza 14 marzo 2012, n. 570

di Osservatorio Energia - 14 marzo 2012
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

Il TAR Palermo accoglie il ricorso per l’annullamento del silenzio inadempimento serbato dalla Regione Sicilia sulla richieste di autorizzazione unica e di VIA / VAS per la realizzazione di un impianto eolico.

Il Tribunale applica i principi in materia di autorizzazione unica per gli impianti di produzione energetica da fonte rinnovabile, formatisi sulla base dell’art. 12 d.lgs. 387/2003 ed ormai consolidati in giurisprudenza, anche in relazione al procedimento per il rilascio della VIA/VAS.

Il Collegio dichiara dunque che il termine procedimentale di durata massima di 180 giorni (ora 90) e la sua riconosciuta finalità acceleratoria, si applica anche a quest’ultima procedura e comporta la qualificazione come inadempimento del fatto dell’inutile spirare di tale termine, posto a presidio della certezza dei tempi dell’azione amministrativa, qualora sull’istanza della parte non sia stato emesso alcun provvedimento, positivo o negativo.

La Regione è così condannata a pronunciarsi nel termine di trenta giorni dalla comunicazione della sentenza in analisi sia sulla richiesta di valutazione di impatto ambientale, che sull’istanza di rilascio dell’autorizzazione unica.

http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Palermo/Sezione%202/2011/201102541/Provvedimenti/201200570_01.XML


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy