Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

Il nuovo art. 41 della Costituzione

di - 27 gennaio 2012
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

Nuovo art. 41 Costituzione

  • L’iniziativa economica privata è libera.
  • L’ordinamento stabilisce i presupposti più favorevoli al suo esplicarsi.
  • Chi la assume ne è esclusivo responsabile.
  • Deve svolgersi in condizioni di concorrenza, trasparenza, rispetto dell’ambiente.
  • Non deve recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.
  • La legge determina gli interventi diretti a rimuovere le carenze del mercato lesive dell’utilità sociale.

Commento

  • Comma 1. Ribadisce il vigente, basilare principio della scelta di una economia di mercato capitalistica.
  • Comma 2. Introduce il principio di un diritto dell’economia che promuove la imprenditorialità e l’innovazione e che non la mortifica con gravami giuridico-amministrativi.
  • Comma 3. Introduce il principio di negazione di ogni forma di favor che provochi moral hazard.
  • Comma 4. Introduce il principio di negazione dei tre fondamentali fallimenti del mercato: oligopolio/monopolio, carenza/asimmetria di informazione, esternalità negative.
  • Comma 5. Ribadisce il vigente, basilare principio dei limiti metaeconomici all’attività d’impresa.
  • Comma 6. Introduce il principio secondo cui l’azione pubblica correttiva dei comportamenti dell’impresa deve fondarsi sulla legge e deve appuntarsi sulle disutilità sociali che quei comportamenti provocano allorché danno luogo ai fallimenti del mercato previsti dal quarto Comma. Questo nuovo comma sostituisce l’attuale terzo Comma, manifestamente superato dalla deludente esperienza di “programmi e controlli” volti a “indirizzare” le attività economiche.

Questo articolo riguarda l’impresa e il rapporto Stato-impresa. Ulteriori momenti attinenti ai rapporti economico-sociali e al ruolo dello Stato nell’economia – piena occupazione, fiscalità, bilancio pubblico, infrastrutture fisiche e immateriali, distribuzione del reddito, capitale umano, relazioni di lavoro, ricerca scientifica e tecnica, tutela del paesaggio e del patrimonio culturale, salute, capitale umano, povertà, sindacato, proprietà, esproprio, territorio, cooperazione, credito e risparmio, investimento azionario, immigrazione, previdenza sociale etc. – sono previsti da altri articoli della Costituzione, su cui possono fondarsi le politiche economiche e sociali.

Vai al Dossier “Riforma articolo 41 Cost.”

RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy