Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

Energia elettricaConsiglio di Stato, sez. VI, sentenza 24 gennaio 2012, n. 294

di Osservatorio Energia - 24 gennaio 2012
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

La questione nasce nell’ambito di una pregressa vicenda di determinazione delle aliquote di integrazione tariffaria spettanti alle imprese elettriche minori non trasferite all’Enel. Una di queste, l’Impresa Elettrica D’Anna & Bonaccorsi s.n.c., propone ricorso per la riforma di una precedente sentenza del Consiglio di Stato, deducendo un errore di fatto dovuto alla mancata considerazione, da parte del giudice, di un elemento oggettivo nel calcolo del valore dell’aliquota. Il Consiglio di Stato ha ritenuto inammissibile la richiesta della ricorrente, ritenendo che il preteso profilo di erroneità non attiene all’omessa assunzione di un elemento di fatto, perfettamente conosciuto dal giudice, ma ad una valutazione di tale fatto difforme rispetto alle pretese della ricorrente.

http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Consiglio%20di%20Stato/Sezione%206/2007/200706707/Provvedimenti/201200294_11.XML


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy