Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

Energia elettricaCommissione europea, relazione al Consiglio e al Parlamento sull’attuazione del programma energetico europeo per la ripresa, 20 aprile 2011

di Osservatorio Energia - 20 aprile 2011
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

La Commissione ha pubblicato la relazione annuale sull’attuazione del programma energetico europeo per la ripresa (European Energy Programme for Recovery, “EEPR”).

Il programma rientra nel novero delle iniziative UE per affrontare la crisi economica iniziata nel 2008. Il programma cofinanzia un gruppo mirato di progetti energetici al fine di sostenere le spese in conto capitale nell’economia europea e contribuire al raggiungimento degli obiettivi strategici in ambito energetico e climatico.

Gli impegni EEPR possono così sintetizzarsi:

– cattura e stoccaggio di carbonio;

–  energia eolica in mare;

– infrastrutture per l’energia elettrica;

– infrastrutture per il gas.

Infrastrutture per il gas e l’energia elettrica

L’attuazione di questa parte del programma nel 2010 è stata molto soddisfacente Numerosi sono i progetti in fase di costruzione o di elaborazione, tra cui le interconnessioni elettriche fra la Sicilia e l’Italia continentale e fra la Sicilia e Malta, giunti alla fase di licitazione e ordine delle forniture, tuttavia, con tempi di consegna lunghi. Tre progetti invece sono stati portati a termine: il gasdotto che collega l’Ungheria e la Romania; il primo di quattro progetti di flusso inverso, nell’impianto austriaco di Baumgarten, che permetterà di trasportare gas dalla Germania ai paesi limitrofi dell’Austria; il collegamento Ungheria-Croazia.

 Energia eolica in mare

Sono stati installati i primi grandi (400 MW) parchi eolici in alto mare (a più di 100 km dalla costa) e in acque profonde (più di 40 m). Le sovvenzioni svolgeranno un ruolo fondamentale nell’aiutare gli Stati membri dell’UE a raggiungere entro il 2020 gli obiettivi vincolanti per l’elettricità rinnovabile.

Cattura e stoccaggio del carbonio

I sei progetti stanno avanzando secondo i tempi previsti e stanno ultimando l’iter di domanda per i permessi e le autorizzazioni necessarie per un impianto di dimostrazione nei diversi Stati membri.

http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=COM:2011:0217:FIN:IT:PDF

 


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy