Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

Energie rinnovabiliCorte di Giustizia dell’Unione europea, conclusioni Avvocato generale, causa C-2/10, Azienda Agro-Zootecnica Franchini e Eolica di Altamura, 14 aprile 2011

di Osservatorio Energia - 14 aprile 2011
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

Secondo le conclusioni espresse dall’Avvocato generale della Corte di Giustizia UE nella causa C-2/10, le direttive 92/43/Cee e 79/409/Cee  non vietano in assoluto la realizzazione di impianti a fonti rinnovabili nelle aree protette.

Gli Stati membri, tuttavia, possono dettare norme più rigorose a condizione che il divieto sia conforme alle politiche ambientali ed energetiche dell’Unione, che non sia contrario al principio della parità di trattamento e che non vada oltre quanto necessario per realizzare lo scopo perseguito, circostanze, queste, che devono essere accertate dal giudice del rinvio.

http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=CELEX:62010C0002:IT:HTML


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy