Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

RifiutiTRGA Trentino Alto Adige, Trento, sentenza 11 giugno 2010, n. 158

di Osservatorio Energia - 11 giugno 2010
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

I Comuni sono in linea generale riconosciuti quali titolari di una situazione rappresentativa degli interessi radicati nel proprio territorio, in specie nel nuovo contesto costituzionale in cui all’equiparazione tra diversi livelli di governo, come fissata dall’art. 114 Cost., si accompagna l’emersione del principio di sussidiarietà quale parametro di affidamento delle funzioni amministrative. Nella sua qualità di ente esponenziale, portatore in via continuativa di interessi radicati nel proprio territorio che fanno capo ad una circoscritta e determinata popolazione residente, il Comune è dunque portatore di un interesse pubblico differenziato e qualificato tale da giustificare l’impugnativa di atti incidenti su tali interessi, come in tema di impugnativa di atti approvativi di rilevanti impianti che possano avere significative ricadute sull’ambiente e sulla qualità della vita.
Nella fattispecie i Comuni hanno la qualificazione per il fatto di partecipare al Consiglio delle autonomia locali che ha espresso parere in merito.

Inoltre la legittimazione è riconducibile alla vicinitas che postula la possibilità di ripercussioni sul territorio prossimo agli impianti.

Non è contraddittoria, in seno agli atti di indizione di una gara per la progettazione, realizzazione e gestione di un impianto di combustione, con recupero energetico, di rifiuti urbani, la prescrizione dell’impiego di BAT (acronimo di best available techiniques) già collaudate in almeno tre impianti esistenti in Europa. La scelta rappresenta infatti un giusto contemperamento tra l’esigenza di impiegare le tecnologie più avanzate e quella di avere la garanzia che esse siano affidabili nel tempo e non lo siano soltanto teoricamente, ma siano state già proficuamente in uso in impianti esistenti.

http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Trento/Sezione%201/2010/201000047/Provvedimenti/201000158_01.XML


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy