Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

RifiutiMinistero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Comitato Nazionale dell’albo nazionale gestori ambientali, delibera 19 maggio 2010, n. 01/CN/ALBO

di Osservatorio Energia - 19 maggio 2010
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

È stata pubblicata la delibera avente ad oggetto: “iscrizione all’Albo nazionale gestori ambientali ai sensi del decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con i Ministri dello sviluppo economico e della salute 8 marzo 2010, n. 65, recante modalità semplificate per la gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) da parte dei distributori e degli installatori di apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE), nonché dei gestori dei centri di assistenza tecnica di tali apparecchiature”.

La delibera contiene la modulistica necessaria per l’iscrizione in una apposita sezione dell’Albo dei soggetti sppecificati: Distributori di apparecchiature elettriche ed elettroniche -Trasportatori di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche in nome dei distributori -Installatori/gestori di centri di assistenza tecnica di apparecchiature elettriche ed elettroniche necessaria dal 18 Giugno p.v., per procedere all’iscrizione all’Albo affinché si possa adempiere correttamente agli obblighi di cui all’art. 6, comma 1, lett. b) del D.Lgs. 151/2005.

L’iscrizione va rinnovata ogni cinque anni ed è subordinata alla corresponsione di un diritto annuale di iscrizione pari a 50 euro. La mancata iscrizione prevede sanzioni relative alle attività di raccolta e trasporto di cui all’articolo 256 (“Attività di gestione di rifiuti non autorizzata”) del D.lgs. n. 152/2006 e violazione degli obblighi di tenuta dei registri obbligatori e dei formulari di cui all’articolo 258 (“Violazione degli obblighi di comunicazione, di tenuta dei registri obbligatori e dei formulari”) del medesimo decreto con pene che variano dall’ arresto all’ ammenda da duemilaseicento euro a ventiseimila euro, e, sanzione amministrativa pecuniaria, da quindicimilacinquecento euro a novantatremila euro, nonché sanzione amministrativa accessoria della sospensione da un mese a un anno dalla carica rivestita dal soggetto responsabile dell’infrazione e dalla carica di amministratore.

http://www.albonazionalegestoriambientali.it/documenti.asp?tipo=D&code=N2


RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy