Imposta come home page     Aggiungi ai preferiti

Cercare ancora: “Keynes e i Keynesiani di Cambridge” di Luigi L. Pasinetti e “A Failure of Capitalism” di Richard A. Posner

di - 19 marzo 2010
      Stampa Stampa      Segnala Segnala

ApertaContrada invita alla lettura di due libri diversissimi, ma convergenti sulla questione di fondo che suscitano: la instabilità della economia e i modi di prevenirla, di contenerla.

Luigi Pasinetti è economista di impianto teorico classico e keynesiano, scettico circa la capacità delle forze del mercato di autoregolarsi, convinto assertore del principio della “domanda effettiva” di Keynes e dei keynesiani di Cambridge quale elemento di rottura della tradizione analitica marginalista e neoclassica.

Richard Posner è giudice della Court of Appeals degli Stati Uniti, esponente di punta della scuola di diritto ed economica di Chicago. Attraverso Simons, Director, Hayek, la law and economics di Chicago ha valorizzato al massimo la sinergia fra gli istituti privatistici della proprietà, del contratto, della responsabilità, da un lato, e il libero operare del mercato, dall’altro, ai fini dell’efficiente allocazione delle risorse e della stabilità dell’attività economica.

Di fronte alla crisi, di finanza e di occupazione, del 2008-2009 – gravissima, tutt’ora non risolta –  Pasinetti e Posner si pongono, l’uno e l’altro, insoddisfatti degli strumenti analitici e delle prescrizioni che pure hanno tanto contribuito a sviluppare.

Per Pasinetti la “rivoluzione keynesiana” resta paradigma meglio attrezzato della teoria neoclassica prevalente al fine di comprendere la natura e le forme dell’instabilità. Nondimeno, quella stessa rivoluzione è incompiuta, e anche per questo non ha espresso tutti i frutti analitici che poteva produrre.

Posner “scopre” solo oggi Keynes, e in particolare la potenzialità della General theory di penetrare l’essenza delle crisi. Per prevenirle, propone regole più pregnanti, limitative della libertà dei mercati finanziari. Con ammirevole candore analitico, grande onestà intellettuale, dichiaratamente si discosta dall’indirizzo che aveva sinora seguito. Arriva a dichiarare conclusa l’esperienza della scuola di Chicago.

RICERCA

RICERCA AVANZATA


ApertaContrada.it Foro Traiano 1/A – 00187 Roma – Tel: + 39 06 6990561 - Fax: +39 06 699191011 – Direttore Responsabile Filippo Satta - informativa privacy